Via Angera 3, 20125 Milano 02 6696355 - 02 6696313 info@mag2.it  Finanza etica e solidale!

MAG2 è una cooperativa che lavora in Lombarda da 30 anni e che ha messo a punto un meccanismo finanziario VIRTUOSO attraverso cui le comunità  locali costruiscono e sostengono le imprese dell'economia solidale investendo i propri risparmi. Soprattutto in un momento di crisi finanziaria internazionale  è necessario investire su progetti  che ci permettono di sperimentare un modello economico e di benessere sobrio e solidale. Questi progetti attraverso la Mag2 sono "garantiti" dalla comunità  locale.

Oggi sono più di 1.300 i cittadini, soprattutto della Lombardia, che hanno aderito a Mag2 con un capitale di 2,5 milioni di euro che ha finanziato oltre 250 imprese socio-solidali.

Vi presentiamo un recente esempio di meccanismo virtuoso: il comprensorio GAS-Tomasoni. Premio Europeo di Microfinanza - Special Mention per Mag2.

Il Biocaseificio Tomasoni ha restituito il finanziamento di 60.000 euro complessivi a Mag2 a fine 2012 testimoniando che è possibile praticare una finanza diversa, mutualistica e solidale!

Il comprensorio GAS-Tomasoni

Tomasoni è un biocaseificio bresciano, produttore di grana padano biologico e di altri gustosi formaggi bio dal 1815. E' il fornitore di circa 100 gas soprattutto lombardi. A fine 2008 ha affrontato grosse difficoltà finanziarie, trovando chiuse le porte di tutte le banche, e ha chiesto supporto ai suoi clienti "responsabili", gasisti, che coinvolgendo Mag2 hanno raccolto attraverso la nostra cooperativa 30.000 euro, interessando direttamente oltre 20 GAS e 400 consumatori consapevoli.

GAS Argonauti, GAS Bassa Val Seriana, GAS Brugherio, GAS Buccinasco, GAS Cassina de Pecchi, GAS Cesano Boscone, GAS Cesate, GAS Cremona, GAS d8, GAS Filo di Paglia, GAS Lambrate, GAS Melzo, GAS Mezzago, GAS Oglio, GAS Pavia, GAS Rozzano, GAS Sant'Angelo Libera Terra, GAS Saronno, GAS Sarpi, GAS Settimo Milanese, GAS Tandem Arese, GAS Tone sono diventati soci ed hanno sottoscritto capitale sociale di Mag 2.

Mag2 ha così erogato tre finanziamenti del valore complessivo di 60.000 euro circa, che assieme a 90.000 euro di anticipi su fornitura, hanno permesso di salvare l'azienda familiare dalla chiusura. E' evidente che per mezzo di Mag si moltiplica quindi in maniera virtuosa e non speculativa lo sforzo dei risparmiatori consapevoli attraverso la gestione collettiva del denaro.

Il caso Tomasoni porta nel concreto a misurare gli effettivi vantaggi per tutti gli attori di una comunità responsabile. La finanza eticamente orientata diventa anche mutualistica ed è un fondamentale sostegno dell'economia solidale.

Il TUO contributo in 3 piccoli passi per promuovere una finanza diversa e partecipare a questo meccanismo virtuoso.

  1. Diventa socio Mag2 : per questo puoi sottoscrivere una quota di capitale sociale (importo minimo di 51,64 euro).
  2. Organizza nelle tue reti solidali incontri di conoscenza di Mag2 (Gruppi di Acquisto, coordinamenti e tavoli di pace, Associazioni, Cooperative sociali, etc..).
  3. Presenta a Mag2 un'iniziativa da finanziare in cui credi come consumatore consapevole e che possa interessare la tua comunità e la nostra cooperativa.
0
0
0
s2sdefault

Perché fare il bilancio familiare? Come e con quali obiettivi ha senso farlo oggi, confrontandosi con altri? In questo periodo la crisi economica ci fa sentire più fragili e precari rendendo faticoso il compito di dare valore ai beni e ai servizi di uso quotidiano.

E' più difficile comprendere come spendere al meglio le risorse che possediamo. Per alcune famiglie, controllare il proprio denaro è una scelta, per altre è diventata una necessità dovuta ad un disequilibrio tra le le entrate e le uscite (ad es. le famiglie che sono passate, in pochissimo tempo, da due redditi ad uno solo).

Attraverso tre laboratori, che prevederanno esercitazioni e giochi, lavori e discussioni di gruppo, i partecipanti potranno interrogarsi rispetto al proprio rapporto con il denaro, con i bisogni e con i consumi personali e familiari.

Lunedì 28 Aprile 2014 – Stile di vita e consumi della nostra famiglia. Il rapporto tra denaro e i propri bisogni familiari.

Lunedì 5 Maggio 2014 – Essere manager in casa propria. Strategie di tenuta della contabilità familiare e trucchi per risparmiare.

Lunedì 26 Maggio 2014 - Ridurre la nostra dipendenza dal denaro. Sguardo alle risorse alternative alla moneta.

Gli incontri si svolgeranno dalle ore 18 alle ore 20 (con possibilità di cena condivisa dopo il laboratorio), presso il salone del Centro Diurno Anziani, via Carducci 7 a Lodi (accesso dal cortile Scuola Ada Negri).

Per informazioni e iscrizione (entro 12 Aprile 2014) contattare Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. oppure 328/6664822. Contributo volontario libero da versare a fine percorso. Iscrizioni fino a 20 partecipanti.

“Ciò che un tempo era gratuito, ci veniva regalato – l'acqua, il sole, le spiagge deserte del litorale, la natura incontaminata – diventa un lusso che si paga. Paghiamo per visitare parchi naturali, per piantare una tenda, per pisciare in città....Il denaro esisteva solo al di fuori della famiglia, era in uso tra estranei dello stesso paese, forestieri o stranieri venuti da lontano....Il denaro sale al potere dove scarseggiano acqua pulita, aria respirabile, spiagge vergini, vere campagne, carne buona, polli senza ormoni, pace e silenzio.”

0
0
0
s2sdefault

IL BILANCIO DEI DESIDERI Laboratori di gruppo sui bilanci familiari e sugli stili di vita

Vivere bene secondo i nostri bisogni e secondo le nostre possibilità: è possibile?

Perché fare il bilancio familiare? Come e con quali obiettivi ha senso farlo oggi, confrontandosi con altri?

In questo periodo la crisi economica ci fa sentire più fragili e precari rendendo faticoso il compito di dare valore ai beni e ai servizi di uso quotidiano.

E' più difficile comprendere come spendere al meglio le risorse che possediamo. Per alcune famiglie, controllare il proprio denaro è una scelta, per altre è diventata una necessità dovuta ad un disequilibrio tra le le entrate e le uscite (ad es. le famiglie che sono passate, in pochissimo tempo, da due redditi ad uno solo).

Attraverso quattro laboratori, che prevederanno esercitazioni e giochi, lavori e discussioni di gruppo, i partecipanti potranno interrogarsi rispetto al proprio rapporto con il denaro, con i bisogni e con i consumi personali e familiari.

Lunedì 16 novembre 2015 – Stile di vita e consumi della nostra famiglia. Il rapporto tra denaro e i propri bisogni familiari.

Lunedì 23 novembre 2015– Il denaro come influenza le relazioni tra noi e in famiglia? Strumenti per la registrazione delle spese.

Lunedì 14 dicembre 2015 - Essere manager in casa propria. Strategie di tenuta della contabilità familiare e trucchi per risparmiare.

Lunedì 21 dicembre 2015 - Ridurre la nostra dipendenza dal denaro. Sguardo alle risorse alternative alla moneta.

Gli incontri si svolgeranno dalle 17 alle 20 presso la Casa del Quartiere in piazza Martiri della Libertà a Lodi. Durante gli incontri verranno proposte esercitazioni, “giochi attivanti” e lavori di gruppo oltre ad interventi di riflessione ed elaborazione teorica.

Il percorso è gratuito con iscrizione obbligatoria entro Lunedì 9 Novembre. I laboratori sono rivolti ad un gruppo di massimo 15 persone, abitanti del quartiere di S.Fereolo. E' fondamentale garantire una partecipazione continuativa a tutti gli incontri.

E' previsto un servizio di babysitteraggio gratuito durante il laboratorio. Occorre farne richiesta all'atto dell'iscrizione indicando l'eta dei bimbi/e.

Per informazioni e iscrizioni rivolgersi a Raffaella 392/5200587 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

0
0
0
s2sdefault

Fiera dell'economia solidale del Varesotto e dintorni. Domenica 7 ottobre 2012 presso La Cascina Burattana a BUSTO ARSIZIO dalle 10.00 alle 19.00

Tra i prodotti biologici e biodinamici, ecotessuti, bioedilizia, cosmesi naturale, impegno civile e pratiche di benessere, oltre a svariati laboratori per grandi e piccini: quest'anno ci sarà anche la finanza mutualistica e solidale e lo stand di Mag2.

Ecco il programma della fiera con le nostre segnalazioni:

Sabato 6 Ottobre ore 17
Sala Tramogge " Tecnocity " Vicolo Molino, 2 BUSTO
Convegno: L'economia solidale e la crisi dell'occupazione.Una sfida impossibile?
INTERVERRANNO:
Raffaele Croci, Cooperativa Finanziaria Solidale MAG 2 Finance:
Nuovi meccanismi di finanza solidale: come valorizzare le relazioni e accompagnare le imprese ad elevato valore sociale del territorio
Vincenzo Vasciaveo, responsabile relazioni esterne del Distretto di Economia Solidale Rurale "Parco Sud Milano" e vicepresidente dell'Associazione "Buon Mercato"
Filiere agroalimentari alternative e difesa del Parco Agricolo Sud Milano da cemento e asfalto
Gianluca Ruggieri, Vicepresidente Cooperativa "Retenergie"
Energia bene comune: esperienze collettive per la realizzazione di impianti rinnovabili
Presentazione del Distretto di Transizione Energetica dei laghi
Franco Ferrario, Presidente Cooperativa "Aequos"
Dare lavoro equo o creare lavoro equo? E fare entrambe le cose ?
Introduce e modera: Duccio Facchini, redattore della rivista "Altreconomia"

Domenica 7 ottobre alle 11
Incontro in fiera tra i soci di MAG2 della provincia di Varese e le persone interessate alla finanza mutualistica solidale.

Per il programma completo della fiera:
http://www.des.varese.it/minisito/materiale-sulla-fiera/

0
0
0
s2sdefault

DOMENICA 14 Ottobre a Milano a KUMINDA dalla 11 alle 13

La finanza mutualistica e solidale per il presidio, l'acquisto di terra e la produzione di cibo biologico.

L'accesso alla terra per la sovranità alimentare locale è sempre più difficile, non solo per la imposta vocazione al cemento del nostro territorio ma soprattutto per una scelta strategica della finanza, speculativa e indifferente, che gestisce gran parte dei risparmi dei cittadini. La finanza mutualistica e solidale in stretta connessione con i consumatori consapevoli dei GAS (gruppi di acquisto), le comunità territoriali e i distretti di economia solidali, da più di 30 anni sperimenta la pratica dell'autogestione del denaro e della mutualità che ha portato Mag2 a sperimentare in questo ultimo periodo nuove forme di alleanze tra territori, risparmiatori e agricoltori biologici. Per l'innovatività e la replicabilità il finanziamento collettivo al biocaseificio bresciano Tomasoni è stato premiato con la Special Mention del Premio Europeo di Microfinanza. Con lo stesso meccanismo di alleanze multi-attoriali è stato dato credito ad altre realtà agricole biologiche.

La sperimentazione finanziaria in tal senso ha condotto Mag2 e soggetti in rete quali SCRET, BANCA ETICA, SEFEA e AIAB a promuovere quasi contemporaneamente una borsa di ricerca che mostri i passi da compiere per creare uno strumento finanziario che abbia lo scopo di presidiare le terre ancora dedicate all'agricoltura, valorizzare il risparmio dei consumatori consapevoli investendolo sulla terra, supportare l'agricoltura biologica di piccole-medie dimensioni, ipotizzare un rendimento anche in natura e non solo monetario.

Relatori dell'incontro

Patrizio Monticelli (Mag2)

Maria Cristina Negro (Fondazione Giordano Dell'amore)

Valentina Moiso (Bando Fondo Per La Terra)

Massimo Tomasoni -Produttore Caseario

Un esponente del DESR Parco Agricolo Sud Milano

Per informazioni su Kuminda e per scaricare il programma completo degli eventi: www.kumindamilano.org

0
0
0
s2sdefault

(RI)COSTRUIRE COMUNITA' TERRITORIALI CAPACI DI FUTURO
Gruppi di Acquisto
Solidale e Distretti di Economia Solidale:
nuovi attori nell'economia e nelle politiche dei territori


15-16 settembre 2012
Plip Centrale dell'altraeconomia, Mestre via San Donà 195/c

Il rapporto diretto tra consumatori e produttori, preferibilmente del medesimo territorio, apre nuove dinamiche relazionali, sociali e politiche che vanno ben al di là degli angusti spazi e regole che definiscono la tradizionale economia di mercato, verso la costruzione di una economia fondata sulle relazioni.
Le pratiche di economia solidale si identificano dalla loro tensione verso nuove relazioni tra i soggetti economici basate sui principi di reciprocità e cooperazione; giustizia e rispetto delle persone (condizioni di lavoro, salute, formazione, inclusione sociale, garanzia dei beni essenziali); rispetto dell'ambiente (sostenibilità ecologica); partecipazione democratica (autogestione, partecipazione alle decisioni); impegno nell'economia locale e rapporto attivo con il territorio (partecipazione al "progetto locale"); disponibilità a entrare in relazione con le altre realtà dell'economia solidale condividendo un percorso comune; impiego degli utili per scopi di utilità sociale.

Il percorso per la realizzazione di una Rete Italiana di Economia Solidale - iniziato dieci anni fa con il sostegno dei Gruppi di Acquisto Solidale, delle Botteghe del Mondo, delle organizzazioni di finanza etica (MAG, Banca Etica) e di turismo responsabile nonchè delle cooperative sociali è approdata a Mestre con un Convegno Nazionale pochi giorni prima della III Conferenza Internazionale per la Decrescita, la Sostenibilità ecologica e l'Equità sociale, che si terrà a Venezia dal 19 al 23 settembre, per testimoniare la centralità delle pratiche di Economia Solidale per un effettivo rinnovamento sociale.
Il Convegno sarà un'occasione di incontro e di confronto tra le esperienze, sempre più numerose, di economia responsabile e sostenibile con l'obiettivo di pensare nuovi modi di fare politica dal basso e nuovi modelli di organizzazione economica improntati a criteri di centralità della persona e di rapporto con il territorio.

Vi segnaliamo in particolare l'intervento di Mag2:

Sabato 16 Settembre ore 11

La finanza mutualistica solidale: filiera corta e autogestione del denaro. Il caso Tomasoni.

0
0
0
s2sdefault

Mag2 Finance

Via Angera 3, 20125 Milano
tel. 02 6696355 - 02 6696313
fax 02 6696313
e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - web: www.mag2.it
pec: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Banca Popolare Etica IBAN:
IT 28 V 05018 01600 000000000023
Codice Fiscale, Partita Iva e Numero di iscrizione
Registro Imprese di Milano: 06739160155
REA CCIAA MI 1128083 UIC 15563
Iscrizione ALBO COOP.M.P. n. A140292
Elenco ex art. 111 TUB matricola 7
codice meccanografico 31339

Cerca